Close
Type at least 1 character to search
Back to top

Re del mare è il re della foresta

Capita spesso, durante alcune passeggiate solitarie nei Quarti, di sentire cavalli nitrire in lontananza, poi scalpitìi, poi più nulla. Forse saranno quegli allevamenti sulla collina, forse quelli di prima vicino la strada.
E continuando a camminare nel bosco, le fronde degli alberi e dei cespugli ondeggiano al ritmo della tramontana così forte che spesso si odono schiocchi di legno, spostamenti d’aria repentini, versi di uccelli che sbirciano tra le fronde.
Quando, ad un certo punto, lungo un sentiero piano e dietro una curva leggera, mi appare, vecchio, fermo e impassibile, come se sapesse che sarei arrivato a breve.
Lui è “Re del mare”, ora è lui il re della foresta e si proseguirà nel cammino solo se il suo sguardo lo permetterà.